venerdì 10 maggio 2013

la panchina sul cortile


Si sa, sono snob, e a me François Ozon, di solito, piace serio. Ma stavolta il prolifico regista francese ha fatto indubitabilmente bingo, e l’ha fatto con una commedia. Nella casa è, come diciamo noi ggiovani, davvero tanta roba. Avvolta in una struttura teatrale che c’è ma non si vede (il copione è tratto da El chico de la última fila, pièce dello spagnolo Juan Mayorga), la storia dei turbamenti del giovane Claude (perfetto e inquietante Ernst Umhauer), che si introduce nella vita borghese del suo compagno di scuola Rapha (l’altrettanto notevole e allampanato Denis Ménochet) spinto dalla curiosità morbosa di come vive una famiglia “normale”, è forse il punto più alto della carriera del regista. Ozon mescola i generi e le carte, gioca con gli stereotipi, dissemina qua e là qualche lampo di genio (le opere esposte nella galleria d’arte), provoca e confonde il pubblico, si diverte a farlo parteggiare ora per l’impunito ragazzino ora per il mediocre nucleo familiare. Emmanuelle Seigner in versione casalinga-milf spiazza e illumina, la coppia Fabrice Luchini-Kristin Scott Thomas funziona a meraviglia. Finale forse un po’ debole.

6 commenti:

  1. tanta roba sì.
    paradossalmente, per un film che parla proprio di "finale perfetto", anche per me il finale è la parte un po' più deboluccia. ma forse è solo perché ozon aveva innalzato troppo le aspettative...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. andiamo troppo d'accordo in questo periodo ;)

      Elimina
  2. Emmanuella Seigner ha solo un anno più di me. Questa considerazione unita al fatto che non basta certo l'età per rientrare nella categoria 'milf' - che ci mancherebbe solo che questo, altrimenti con 'sto parametro dovrebbe passare per milf anche la Santanchè chediosignorepeccarità! - mi ha accasciato terribilmente. Però mi hai messo una gran curiosità per il film. Che giusto ieri ho rivisto Fabrice Luchini e come al solito mi ha fatto un'indicibile tenerezza con quella sua faccina a smorfiette così tanto francese.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ti perdono per aver nominato quellallà... comunque è tutto il personaggio (nonché la differenza d'età tra i due) che fa la milf, vedere per credere

      Elimina
  3. sei sicuro che è una commedia? io non l'ho trovato così comico, anzi l'ho trovato bastardissimo. Bellissimo ma bastardo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. nella migliore tradizione delle commedie bastardissime!

      Elimina