martedì 26 gennaio 2010

ghost in the spell


- Siamo ancora una famiglia?
- Certo, tua madre è a pezzi e tuo padre è disperato.
- E tu chi saresti?
- Io sono il capo.
(Amabili resti, Peter Jackson)

Il rischio era enorme. Dopo i danni irreparabili procurati dalla coppia Swayze-Demi Moore, era davvero temerario pensare di fare un film di fantasmi – e non de paura – che parlasse di sentimenti senza sentimentalismi. Ma Peter Jackson è Peter Jackson, mica un Jerry Zucker qualsiasi. L’ambientazione anni Settanta non è mai banale, la terra di mezzo in cui si aggira Saoirse Ronan (perfetta nel ruolo della protagonista) è fantasmagorica, Stanley Tucci è davvero inquietante come serial killer anche (o forse proprio) quando somiglia a Massimo Lopez, Susan Sarandon completa una terna che non sfigurerebbe agli Oscar. Varrà la pena leggere il libro?



(vedere Amabili resti con tre settimane d’anticipo sull’uscita italiana,
seduto a pochi metri da Zeudi Araya incredibile cinquantanovenne,
è stata la ciliegina su una splendida torta durata tre giorni)

18 commenti:

  1. Scritte così piccole - come quella sotto la foto, dico - le avevo viste solo dall'oculista :-D
    Sistematicamente mi osservo ad ammirare frizzantemente la Sarandon. Senza un perché conclamato. Cosa che è guizzata nella lista de i piaceri della vita insieme a tutte le altre cose apparentemente inspiegabili.

    RispondiElimina
  2. te le do tutte, e poi non dire che non son buona.

    A U O

    (poison)

    RispondiElimina
  3. Io l'ho letto il libro..all'inizio mi ha confusa, ho pensato che fosse già accaduto tutto e non capivo dove andasse a parare.
    Poi ho pianto come una fontana, ho percepito ogni personaggio, ho giustificato questa madre debole, ho amato la tenacia del padre e la forza della sorella.
    Ma più di tutti, ho amato Ruth!

    RispondiElimina
  4. Il libro a me fece una tale impressione che lo regalai a un avvocato. Interpretala un po' come credi. Però non so se dopo il film l'approccio possa cambiare.

    RispondiElimina
  5. Il fncl di Poison mi sembra uno dei codici che mi mandano dal Biografilm Festival di Bologna per assistere alle anteprime aggratis. E io non ci posso andare. Non quando proiettano i film... Fncl!

    RispondiElimina
  6. carino il fncl della poison. Una volta provai a studiare stenografia. Gabelsberger-Noe, per intenderci. Funzionava più o meno allo stesso modo. Senza comprare vocali, voglio dire.

    RispondiElimina
  7. Non vedo l'ora di vedere il film, ma onestamente vorrei anche leggermi il libro. Ma se non ci riesco prima dell'uscita... beh fncl! Me lo vado a vedere lo stesso.
    Ciao

    RispondiElimina
  8. Defunta Shadia3
    capitata qua dopo un secolo che sono passata a miglior fb...però due risate con i commenti me le sono fatte

    RispondiElimina
  9. middle: è da ieri che cerco un collegamento con l'avvocato. un indizio?
    ms: sempre detto che bisogna smettere di lavorare e diventare ricchi (meglio invertire l'ordine...)
    sandali: anch'io ho provato a studiare stenografia, poi ho capito che la mia grafia era già sufficientemente contorta-contratta
    shadia: felice di rileggerti, torna a trovarmi

    RispondiElimina
  10. pensa che uso fb come un blog...cosa che non ho mai fatto su Libero
    certo che passerò..solo che il 90% dei film di cui parli non li ho visti nè li vedrò probabilmente..sigh sigh
    Shadia

    RispondiElimina
  11. ma proprio ieri ho visto il trailer e ho pensato fosse una cagata pazzesca.Ma da come l'hai descritto, cambio idea e vado a vederlo.Ma dov'eri?scusa, son mesi che son sociopatica e chiusa in un freddo guscio di neve.Come stai?bc (copio la psn)

    RispondiElimina
  12. Uh ma allora qua è il blog di un VIP. Figo sei.
    Pensavo il film fosse una boiata pazzesca.
    Adesso lo penso lo stesso.

    Bacioni :D

    RispondiElimina
  13. gerico e linda: temevo anch'io fosse una cacata, invece mi è piaciuto parecchio. non sono un vip, ho avuto solo culo, ho trovato su internet i biglietti per l'inaugurazione del bari film festival. ah, i trailer ho smesso di vederli dopo aver scoperto che quello de «il fiore del mio segreto» di almodovar non c'entrava niente col film

    RispondiElimina
  14. Tu imbrogli e menti. Tsk.

    RispondiElimina
  15. abbiamo trovato? hai trovato? ok, hai trovato (però so di mentina...) ;)

    RispondiElimina
  16. sai, piuttosto :-D

    RispondiElimina