giovedì 7 gennaio 2010

cose turche/3


Un venditore ambulante di giocattoli che canta spaidermén spaidermén spaider spaidermén sulle note di Jingle bells. I negozi di moda finto italiana intorno al nostro albergo. Un chilo e quattro di pesce da dividere in due sotto il ponte di Galata. Togli le scarpe-metti le scarpe-togli le scarpe. Un tram ogni due minuti. La voce sexy che annuncia l'arrivo a Gülhane. Burqa e minigonne inguinali. Tony Manero (quello del film cileno, cara Poison) vive qui, ha un piccolo ristorante e pensa di essere Al Pacino. La gentilezza, la disponibilità, anche nei quartieri ritenuti pericolosi, basta non parlare di sinagoghe. Per il traghetto? Secundu scalo. Damla su: esortazione sessuale o acqua gassata? Ignorare i giudizi della guida Lonely Planet (ma che città avrà visitato Virginia Maxwell?).



Ma il signor Lavazza lo sa? © Montecristo 2009

10 commenti:

  1. Haaaaaahahahaha!!! Merdo's cafè mi mancava. Istanbul è una delle città più belle che abbia mai visto, per la vita che c'è. Annuska.

    RispondiElimina
  2. Bellissima Istanbul, son passati così tanti anni dell'ultima volta. Però il merdo's cafè non l'avevo ancora visto :) Credo non piacerebbe al signor Lavazza. Così, a sensazione eh.

    RispondiElimina
  3. Be' guarda, io ho imparato a prendere le distanze dalla Lonely dopo aver letto che il traffico in Sudafrica è un delirio e che gli abitanti guidano come macachi impazziti. Dico, ma siete mai stati a Napoli ragazzi? Traffico impazzito, figuriamoci. Avrei potuto guidare a Pretoria bendata, con una mano legata dietro la schiena e giocando alla Playstation. La Lonely ha i suoi meriti, ma certe volte sembra compilata da novizi francescani.

    RispondiElimina
  4. di Istambul conservo dei bellissimi ricordi, Murat compreso.

    RispondiElimina
  5. solo di nome o anche di fatto? sennò un motivo c'è. ben tornati!

    RispondiElimina
  6. Ho visitato Israele. E' pazzesco come mi senta a casa in una delle zone più minacciate del mondo. Il terrorismo é una costante che.. si respira, perfora gli edifici. Il terrore... é matematico. Torno nella mia caverna.

    RispondiElimina
  7. Secondo me, lo sa. Bisognerebbe dirlo a Bonolis e Laurenti, nel caso.

    RispondiElimina
  8. Sintetico ma efficacissimo. Mi ci ritrovo alla grande! :-)

    RispondiElimina