venerdì 20 maggio 2011

dio c'è (e gioca a the sims)


Qualcuno sa perché certi film escono il mercoledì? Non so, sarò abitudinario ma la trovo una cosa odiosa come il campionato spalmato per mezza settimana. Vabbè, in ogni caso sono reduce da The tree of life di Terrence Malick. Che non potevano chiamare L'albero della vita visto che c'era già quello di Aronofsky (titolo originale The fountain), per non parlare dell'omonimo del '57 (titolo originale Raintree County) durante la lavorazione del quale il povero Montgomery Clift si sminchiò così tanto da doversi cambiare i connotati. Ma veniamo a Malick, che ha un difetto che raramente si perdona a un regista: fa un film ogni morte di papa, dunque si pretende che faccia sempre un capolavoro. E L'albero della vita, che pure ha molte grandi belle idee di regia e un cast eccellente (da Brad scucchia Pitt a Sean Penn ai bambini che sono davvero perfetti), un capolavoro secondo me non è. Perché va bene la cosmogonia (e la butto via...), va bene la sequenza con i dinosauri che vale da sola tutto il giurassico di Spielberg, va bene anche la voce fuori campo dei vari personaggi smentita puntualmente da ciò che accade (e alla fine, mr. Malick, lei è ateo, incazzato con dio o fervente cattolico? quizas, quizas quizas)... ma il tutto miscelato a una colonna sonora insopportabilmente sinfonica (avete mai pensato che magari Bach e Mahler scrivevano le loro sonate dopo aver scopato e non dopo essersi martellate le palle?) e a un finale volemose bene che non si regge, lascia un po' di amaro in bocca. E ahimè, non sono le bolle di ritorno dell'aperitivo delle sette.

20 commenti:

  1. ...non ci sto...Brad non c'ha la scucchia!!!
    Del film ne riparliamo domani e se ci vedo almeno un quarto di quello che ci hai visto tu (mi interessa particolarmente la diatriba tra i credo e i non credo), mi posso ritenere soddisfatta! Bentrovato.

    RispondiElimina
  2. Oh, tu sì che sei un amico. L'hai fatto davvero, sei andato in avanscoperta!
    In effetti io e s.b. dal trailer ci chiedevamo se Pitt fosse ingrassato o se gli avessero imbottito le guanciotte... ;)
    Che mi consigli, lascio perdere? che son reduce da due firm de curtura, come sai: prima machete, ieri sera Red. Ma quanto ho goduto? :)

    RispondiElimina
  3. machete non ce la posso fare, red mi sa che vado questo weekend. per the tree of life non so cosa consigliarti, obiettivamente

    RispondiElimina
  4. machete non ce la puoi fare? ma dai, rodriguez è in gran spolvero, mi sono divertita come quando vidi dal tramonto all'alba!!!

    RispondiElimina
  5. ecco, io con dal tramonto all'alba non mi sono divertito niente. comunque sono un po' triste, nessuno mi si complimenta per il titolo del post :(

    RispondiElimina
  6. Complimenti per il titolo del post :)

    RispondiElimina
  7. dio, uno qualsiasi c'è, ma non c'ha nessuna sim, ché sennò ci aveva già chiamato a tutti.

    RispondiElimina
  8. zian: apprezzo la spontaneità ;)
    ms: ma non le sim, the sims! ma ti devo spiegare tutto?!? e soprattutto, se ci telefona che ci dice? vuoi vedere che troviamo qualcuno a cui piace parlare al telefono nonostante l'età?

    RispondiElimina
  9. quali età? quelle di lulù?
    per il twitter, volere volare. sai com'è.

    RispondiElimina
  10. che poi dimmi tu che differenza c'è tra le sim e the sims: sempre di simulazioni si tratta.

    RispondiElimina
  11. per lulù, uppercarità che film noioso! non so il libro... per twit, eh appunto... volare! esticazzi, che se potevo ero lì. le sim forse simulano meno. forse. a me the sims però dopo un po' rompeva le palle

    RispondiElimina
  12. a me rompeva le palle retroattivamente (cioè, facendo finta che ci giochi domani, mi rompo già da ieri) come tutti i videogiochi e affini.
    di lulù non so niente, né del film né del libro, però il titolo fa una bella musica nelle mie orecchie.

    RispondiElimina
  13. il film vale solo per la patata pelata di una giovane francesca neri. del libro ho collezionato opinioni diverse

    RispondiElimina
  14. francesca neri con patata pallida. mi accontento del gioco di parole, tanto patate e piselli insieme solo coi porno o in padella, sennò nisba.

    RispondiElimina
  15. questione di giorni e si compie l'insalata

    RispondiElimina
  16. delusione?
    io devo ancora vederlo...

    RispondiElimina
  17. non so se delusione sia la parola giusta. è più fastidio, fastidio per quegli elementi che rendono il film meno bello di quanto avrebbe potuto

    RispondiElimina
  18. Stasera mentre ero al cinema mi son detta "torno a casa e rileggo il post, magari mi aiuta a capire!" ammetto di averlo effettivamente trovato un pò particolare come film (per un attimo con tutti questi flash-back mi sembrava di vedere 21 grammi) con le vocine fuori campo e le luci e le musiche, per non parlare dei dinosauri. Eravamo una manciata di persone e mi facevano ridere quelli che dopo la prima ora sbuffavano. Lo dico onestamente, non credo proprio d'averne ben colto il messaggio :)

    RispondiElimina
  19. P.S.: Brad in effetti nel film non ha una scucchia... ha una scucchissima! xD

    RispondiElimina