lunedì 18 novembre 2013

uomini che non capiscono le donne che capiscono gli uomini


Dunque, giovedì l’idea era quella di andare a vedere Venere in pelliccia tutti insieme appassionatamente, io, la ms, poison e la bionda. Ma problemi di parcheggio hanno fatto scacare la serata a metà (nel senso che poison e la bionda hanno visto il film, io e la ms no). Domenica, colpiti da una benevola botta di culo, abbiamo parcheggiato vicino al cinema ma, diretti alla cassa, abbiamo scoperto che i posti per le 18 erano esauriti. Bello, eh, anche perché era esaurita anche la sala di Giovane e bella, neanche fosse di e con Checcozzalone. Morale: alle 20, finalmente, eravamo davanti al nuovo film di Roman Polanski. Cinema low cost e a chilometro zero: come e più di Carnage, si tratta di teatro filmato (la pièce è di David Ives) e filmato in un teatro. Due soli protagonisti: Mathieu Amalric, conciato come il Polanski di qualche decennio fa, è un regista teatrale che, dopo una giornata inutile alla ricerca della protagonista di una rivisitazione dell’opera di Sacher-Masoch, vorrebbe solo tornare a casa; Emmanuelle Seigner (brava e gnocca oltre ogni dire) è l’attrice dall’apparenza cagna che gli si presenta all’improvviso. Da qui in avanti 95 minuti di ribaltamenti di situazioni, dialoghi divertenti, giochini cerebrali, in un crescendo di bravura e rimescolamento di parti e verità (?) da cui non resta che farsi travolgere. Finale annunciato, amaro e beffardo al punto giusto. Non un capolavoro, ma una storia su cui meditare.

8 commenti:

  1. A questo punto comincio ad avere grande fiducia. Spero di vederlo presto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. oh, finalmente qualcuno che si fida... ;)

      Elimina
  2. oh. bene. ci siete riusciti, alla fine! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. tutto coalizzava contro di noi, madaminchie comprese

      Elimina
  3. A me Carnage era piaciuto. Proprio per la sua dimensione teatrale.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. infatti, senza snaturarlo Polanski riesce comunque a trasformarlo in grande cinema

      Elimina
  4. Polanski lo adoro, e spero di vederlo presto, dato che con Inside Llewyn Davis è il film che attendo di vedere in questa stagione :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. io i Coen dovrei riuscire a vederli a Torino mercoledì 27, speriamo

      Elimina