giovedì 20 gennaio 2011

pagina 63


Ieri sera ho messo da parte Dostoevskij per una lettura più lunga e impegnativa. Lo stile non è granché, per non parlare della scarsissima cura nell’editing, eppure si fa leggere. Non ha un titolo, ma direi che Invito a (s)comparire potrebbe andare. Sono le 389 pagine di intercettazioni (e non solo) che coinvolgono lo psiconano e il suo stuolo di lenoni, zoccole, nonché i conniventi amici e parenti delle stesse. I primi capitoli suscitano solo domande e dubbi. E questo è sicuramente un pregio. Non ho ancora capito come finirà, ma probabilmente il colpevole sarà il maggiordomo, uno dei tanti. Quella che ho scaricato è la prima versione, con (quasi) tutti i numeri di telefono, gli indirizzi, le date di nascita. Un’inquietante intrusione nella privacy, come affacciarsi dal mio ex appartamento e beccare le coppiette che si pastrugnano sotto al convento. Ma, d’altra parte, la strada sotto al convento è pubblica.

26 commenti:

  1. no, ma le hai lette tutte ? eh?? si? no?

    RispondiElimina
  2. e sono a pagina 63, dammi tempo!

    RispondiElimina
  3. a- non c'è niente pi più lungo e impegnativo di Dostoevskij, tranne forse la Fondazione di Asimov
    b- non c'è colpevole perchè non è successo niente.

    RispondiElimina
  4. Certo Dostoevskij dopo un po' annoia, ma certe storie pure, anzi sono molto più noiose!

    RispondiElimina
  5. ora mi direte che sono pazzo, ma a me memorie del sottosuolo sta divertendo
    cate: noiose, è vero. ma anche squallide e tristi fotografie di un paese. e non parlo (soltanto) del protagonista maschile, ma di tutto "l'indotto" che ruota intorno. in ogni caso ho deciso di sciropparmi tutte e 389 pagine. per sapere di cosa stiamo parlando e per farmi delle idee. magari ci riesco

    RispondiElimina
  6. Con 'sta pioggia e con 'sto vento chi è che bussa a 'sto convento?
    Zum pamparapa zum pamparapa
    zum pamparapa zum

    'è na bella ragazzetta
    che se vole confessare

    Mannatala qua mannatala qua
    che la voglio confessà

    Incomincia la confessione
    pija in mano sto cordone

    Fija mia fate l'amore?
    Padre sì ma con onore

    V'ha toccato mai 'l petto?
    Padre sì ma con rispetto

    10V'ha toccato mai la panza?
    Padre sì ma con creanza

    V'ha toccato mai la fregna?
    Padre sì ma l'era degna!

    È finita la confessione
    pija e bacia sto cordone

    Nun so' cieca e nun so' orba
    questa è ciccia e nun è corda.


    Zum pamparapa zum pamparapa
    zum pamparapa zum

    RispondiElimina
  7. (Se vuoi, puoi togliere il 10 del quart'ultimo verso, ché non c'entra.)

    RispondiElimina
  8. voi non sapete che bella la vita senza internet, tv o radio e solo moresco come finestra sul mondo (oltre a quella sul giardino e quella sull'ospedale psichiatrico)

    RispondiElimina
  9. oh lo so com'è, è più o meno quello che faccio quando sono in vacanza

    RispondiElimina
  10. pensa che io non sono nemmeno in vacanza
    raddoppio il godimento

    RispondiElimina
  11. Memorie dal sottosuolo è un gran bel libro. Anche io mi ci sono divertita parecchio. E com'è che solo tu vedi gente che si pastrugna, per strada? Io ci vedo solo traffico e cacche di cane.

    RispondiElimina
  12. ecuèano: non so, è un periodo che proprio non gliela fò a isolarmi...
    espe: beh sai, stradina sopraelevata chiusa al traffico, panchine con le aiuole... avrei pastrugnato anch'io lì da gggiovane

    RispondiElimina
  13. ...vecchi guardoni alla finestra...già.

    RispondiElimina
  14. Insomma, la mia canzoncina scacata. Non dev'essere piaciuta.

    ecuèano è bello. voi due dovreste prendervi a mazzate sul serio e poi brevettiamo (marchio registrato) la Strategia ad Impatto Esplodente (SIè)

    RispondiElimina
  15. espe: vecchi?!?
    ms: la tua canzoncina mi è piaciuta sì, soprattutto il verso 10V'ha toccato mai la panza? :D ma perché dovrei prendere a mazzate quella di londra?

    RispondiElimina
  16. te lo sei sognato tu. e poi è come fare la lotta coi cuscini, però con il sottotesto sessuale. vuoi mettere?

    RispondiElimina
  17. io ho sognato che ci insultavamo, non che ci picchiavamo!

    RispondiElimina
  18. beh, se uno afferma di essere stato ggggiovane, vuol dire che è vecchio.

    RispondiElimina
  19. ma io quando scrivo gggiovane intendo proprio un tenero virgulto implume!

    RispondiElimina
  20. tenero virgulto implume si potrebbe usare come sinonimo di "passera depilata".

    RispondiElimina
  21. passera è usato come sinonimo di "patata". pensa che fortuna che le patatepatate siano solo da pelare e non da de-pilare... :-D

    RispondiElimina
  22. posso strofinarti la lampada? :P

    RispondiElimina