martedì 19 ottobre 2010

mark white ha avuto più culo


Ostinato come un mulo (quello che raglia, non quello che scarica) e complici gli orari favorevoli del cinema, sono andato a vedere Buried (che in Italia sarebbe Sepolto, a psiconania no). Ottantatre minuti di film dentro una bara? Mi aspettavo le peggio cose (dici «ma allora che ci sei andato a fare?». aspetta, eccheccazzo, leggi!) e invece tutto sommato... Che dire? Sarebbe stato un eccellente episodio di Ai confini della realtà, invece dura un'ora e mezza. E gli ansimi che durano più di cinque minuti non li sopporto neanche in un porno. Ma ci sono momenti... Per dire, la telefonata di licenziamento e il finale, signora mia... Uh il finale! Non ve lo posso dire, ma vale il prezzo del biglietto.

25 commenti:

  1. Io sapevo che muore. Che gli viene il cagotto? Scometto che non ci hanno pensato che anche se sei non morto sepolto la pipì e la cacca magari la devi fare lo stesso. E pensa se sei femmina che magari ti vengono pure le tue cose... uuuuuuh, non ci posso pensare!

    RispondiElimina
  2. Ah il mulo che raglia, scarica anche, perché lo caricano (come un mulo, appunto)

    RispondiElimina
  3. no! non ce la posso fare che solo a vedere il trailer m'è venuta l'ansia.
    Resterò con la curiosità.

    RispondiElimina
  4. buongiorno, ho optato per il trasferimento definitivo credo, con tutto quello che succede..

    RispondiElimina
  5. Ma quindi dici di andarlo vedere??

    RispondiElimina
  6. ms: alla faccenda della cacca ci ho pensato anch'io, che la pipì tanto quanto, è l'ultimo dei tuoi problemi se stai lì e forse ci muori. te le fai sotto e pace
    a_i e only: ansia tanta, sì, ma non solo. secondo me è da vedere. a trovargli un difetto, è un po' lungo nella prima parte

    RispondiElimina
  7. Immagino che qui io debba scrivere qualcosa di sensato e attinente al film (che non ho ancora visto), tipo aspettative, speranze, paure, sensazioni magari correlate alla claustrofobia, problemi di ricezione della 3. Io invece vorrei parlare di Ryan Reynolds per 3000 battute.

    RispondiElimina
  8. ok, comincia pure, io prendo nota

    RispondiElimina
  9. Glom. Scusi, dottor Piazza, avrebbe per caso un sottoscala da subaffittarmi?

    RispondiElimina
  10. oh ma che bella riunione di famiglia, fico!

    RispondiElimina
  11. Non sono pronto, sto visionando 1.630.000 risultati di google immagini. Questo perché sono una persona meticolosa di cui ti puoi fidare.

    RispondiElimina
  12. non è bello che si riunisca sempre per i funerali però...

    RispondiElimina
  13. filippo: se diventi cieco ce l'hai una tastiera braille?
    only: ma no, è una rinascita. festeggiamo

    RispondiElimina
  14. (C'è qualcosa che non sto capendo o più probabilmente credo di essere compreso in qualcosa in cui non sono compreso?)

    RispondiElimina
  15. (niente di cui preoccuparsi, libero ne ha combinata un'altra delle sue e c'è aria di smobilitazione)

    RispondiElimina
  16. non riesco a salvare il mio vecchio blog però, ho vista sul pc :(

    RispondiElimina
  17. Niente tastiera in braille; ti manderò un file mp3 di suoni gutturali, decifrarli sarà semplicissimo.

    RispondiElimina
  18. only: hai provato a seguire le istruzioni di vathel?
    filippo: vinci la pigrizia e fai un post su reynolds (ryan, non burt. per quanto...)

    RispondiElimina
  19. Uh che belli, tutt'e due qui.
    E dite grazie che devo scappare a prendere un treno.

    RispondiElimina
  20. Azz. Sono incuriosito. Non è che il finale me lo scrivi da qualche parte? Che se almeno il film non mi piace, esco prima.

    RispondiElimina
  21. Vathel a pesca?
    Se capisci come funziona ci sarebbe pure il mio blog da far traslocare.

    Filippo non deve essere andato a catechismo, beato lui.

    RispondiElimina
  22. Ciao! Ma come fa a non morire soffocato consumando tutti l'ossigeno prima di fame? Che poi in effetti se ti scappa, ossigeno lo bruci prima...

    RispondiElimina
  23. Sbaglio o qui ci sono un po' di persone che vedevo in altro "loco"?

    RispondiElimina