lunedì 18 ottobre 2010

al centesimo catenaccio


Forse l'ho già raccontato altrove, ma chissenefrega. Mi innamorai di Toni Servillo una sera di sotto Natale di alcuni anni fa, guardando in tv a un'ora improbabile Sabato, domenica e lunedì di Eduardo. Straordinaria commedia sull'amore e l'incomunicabilità (altro che Antonioni!), prova difficile per un attore principale che, tranne alla fine del secondo atto, parla pochissimo. Nonostante l'ora, il vino, la tv, non mi addormentai. Bevevo ogni sorso di quel pezzo di teatro con l'avidità di un alcolista. Da allora ho visto quasi tutto quello che ha fatto. Compreso, in attesa dell'ultimo Martone, Gorbaciof. Che, come Buried, sarebbe un ottimo corto-mediometraggio. Così, è solo un buon film che si regge su una grande interpretazione e un finale inaspettatamente tarantiniano. Quasi cartone animato, vestito sempre uguale, un culo imbarazzante, un po' stefanozecchi un po' Charlot, Servillo è spettacolare. Ancora una volta.

12 commenti:

  1. Servillo potrei amralo.
    Buried non potrei vederlo, infatti non l'ho visto.
    Sono coerente.
    Più o meno.
    E comunque c'ho visto pure la versione maschile italiana di Clown Girl (Monica Drake) oltre a In the mood for love...
    Mh, sì, forse ho qualche problema.

    RispondiElimina
  2. Scometto che tu non lo sai come si amrala... ehhh, mica cazzi.

    RispondiElimina
  3. l'ho amato in le conseguenze dell'amore.
    che così uno si leva un altro dubbio se innamorarsi o no.

    io vedo bela tarr ovunque. anche in servillo. è male?

    RispondiElimina
  4. ms: eh sì, in effetti amrala non è cosa facile. per il post su buried devi aspettare domattina...
    oceano: non è che uno sceglie di innamorarsi, succede. ahimè ammetto che bela tarr prima di stamattina non sapevo chi fosse. grazie dell'input, davvero. adesso sono molto curioso

    RispondiElimina
  5. uuuuh, hai visto buried?
    Pure due dei tre omini con cui si è andati (bella la forma impersonale, toglie dagli impicci - anche quando non ci sono - che è una meraviglia); uno dei due, american biondo, ha fatto la faccia brutta quando è uscito dalla sala. e dire che ha optato per Buried perché temeva di non capire una cippa lippa del napoletanese di Gorbaciof. La vita è strana, eh.
    Tu e la pelagos parlate difficile: bela tarr ho dovuto cercarlo...
    e poi non è vero che quella roba lì che chiamate innamorarsi "succede"... pifferai, niente succede per caso. Fine della logorrea.

    RispondiElimina
  6. birra! ma una piccola, che poi lo sai che mi annoia. gorbaciof ha dialoghi che stanno in due facciate di quaderno, potrebbe essere venduto ovunque senza neanche il doppiaggio o i sottotitoli. «succede» ho detto, mica «succede per caso». e una bolla?

    RispondiElimina
  7. nel senso di spumante, pirla!

    RispondiElimina
  8. Perché lo spumante non fa venire l'embolo? O l'embolo lo spumante?
    Tu non puoi capire.
    Me ne vado.

    RispondiElimina