giovedì 26 giugno 2014

no, non è che improvvisamente si mettano a cantare


C'era un ragazzo che somigliava a un giovane Alvaro Vitali magro e cantava come se gli avessero strizzato le gonadi molto prima dei Bee Gees, moltissimo prima di Prince. Si chiamava Frankie Valli e quando ascolto Can't take my eyes off of you penso alle ballerine con addosso il giropassera di Apocalypse now. Detto ciò: ma quanto mi è piaciuto Jersey boys, ultima fatica di Clint Eastwood? Tanto. Classico nell'impianto come tutti i film di occhidighiaccio, non aspettatevi chissà che virtuosismi. Un po' in calo sulla parte finale (sulla storia della figlia ho pensato a Pastorale americana, cercando di dimenticare che Phillip Noyce tenterà inutilmente di farne un film), ma bello. Ben girato. Divertente. Con un cast più che brillante (molti attori del musical da cui è tratto – ah, attenzione, il film non è un musical) e la splendida partecipazione di Christopher Walken. Sembra quasi uno Scorsese minore, ma si nota quanto il regista si sia divertito, a cominciare dall'autocitazione di Rawhide. Certo, restando in tema musicale, Bird era un'altra cosa. Ma io (e la Tiz) siamo usciti più che appagati. Ah, guardatelo in originale, se potete.

16 commenti:

  1. Piaciutissimo! Nonostante il terribile (alle mie orecchie) falsetto di Valli, davvero insopportabile, (ma che si perde col passare del tempo) è una bella storia, dalle stalle alle stelle e di nuovo alle stalle, emozionante e affettuosa, un abbraccio ad un'epoca, da parte di Clint, che non sarebbe potuto venire meglio.
    Alla fine si, si sfilaccia uno zinzinello, ma la scena finale (quella si, musical!) è bellissima. E oltre al mio amato Christopher Walken davvero bravo l'interprete di Bob Gaudio, Erich Bergen.

    RispondiElimina
  2. Filma da Pastorale Americana?! Come?! Dove?! Quando?!

    RispondiElimina
  3. No, McGregor no! Non mi piaaaaaace! Non lo posso vedere a fare lo svedese!!! Mi hai distrutto la giornata...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. il problema non è McGregor, è il regista. dubito veramente che Noyce ne possa tirare fuori qualcosa di buono...

      Elimina
  4. Altro parere più che positivo. Devo vederlo presto.

    RispondiElimina
  5. E allora aspetterò di recuperarlo in originale, senza fretta :)

    RispondiElimina
  6. Uhm... il cinema mi offre finalmente l'orario accettabile della 21, ma ovviamente non in lingua originale: posso azzardarmi lo stesso?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. certo! anche se, dato il tipo di film, secondo me in originale da il suo meglio...

      Elimina
  7. film attesissimo dalla sottoscritta, lo guarderò con piacere perchè sono una grande estimatrice di Clint Eastwood :)

    RispondiElimina
  8. Sono molto indecisa su questo film...perchè la storia non mi inspira molto ma comunque Clint è Clint! Tutti ne state parlando benissimo poi...ok ok dai. Lo aggiungo alla lista!!! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. perché? è una bella storia, molto classica. più che una biografia è in fondo la storia di un'amicizia provata, molto provata, dagli eventi

      Elimina
  9. finalmente qualcuno che dice che non è un musical...

    RispondiElimina