domenica 5 giugno 2011

lapide forse lepida (e che rodari mi perdoni)


In questo letto bianco e giallo
dove forse si dispersero puà neri
giacque un po' di là e adesso molto di qua
il bloggaro Danté fu Piazzadellerbe
a contatto metà fisico metà metafisico
con un fatto véro così véro
che abbrancicato a tergo
rideva leggendo con un sorriso sulla spalla
in una pioggia mattutina che profumava di entrambi.

2 commenti:

  1. Finché ridi va sempre bene :)

    RispondiElimina
  2. Giuro che non sono io che ho pisciato il letto :-D

    RispondiElimina