mercoledì 2 febbraio 2011

perché l'hai fatto (credevo che tu fossi felice)


Giuro, sono partito con tutte le migliori intenzioni, contro i parrucconi che ne avevano detto peste e corna, contro i pregiudizi intellettuali, contro 'a fissa e sorete (scusate, ma dopo mi sono consolato con gli Squallor), mi sono anche documentato guardando un paio dei vecchi telefilm con Bruce Lee (dio, che tenerezza! però quando aveva la giacchetta da cameriere sembrava Franco Franchi... Cicciooo, ca a schifìo finisce!). Ora posso dirlo: The green hornet, nonostante ci sia dietro la regia di Michel Eternal sunshine of the spotless mind Gondry, è una gran brutta minchiata. Il tentativo sembra quello di fare un'operazione pop nostalgica in stile Batman di Tim Burton, ma non gli si avvicina manco per sbaglio. La noia regna sovrana, non ci sono idee, il 3d serve a spillare soldi e gran parte del cast è fuori parte: se Seth Rogen (anche cosceneggiatore) può fare il supereroe, io posso fare il ginnasta alle prossime olimpiadi.

11 commenti:

  1. Continua così e rischi l'intossicazione da celluloide, nitrocellulosa al 10-11% di azoto, plastificata con canfora... non so se mi spiego. E poi non dire che non t'hanno avvisato.

    RispondiElimina
  2. uh per carità! nel caso, staccatemi la spina qui

    RispondiElimina
  3. TI ringrazio. Mi hai fatto risparmiare quattordici euro più ventidue di pop corn. Caro mio è triste, ma i super eroi non esistono più neanche al cinema. Chi ci salverà allora dal male? Bha...

    RispondiElimina
  4. ho paura a darti una risposta...
    p.s.: spendi più in popcorn che in film? azz!

    RispondiElimina
  5. Io in teoria no, sono loro che fanno pagare i popcorn più del biglietto del cinema... E poi, non provare mai a farti venire sete..

    RispondiElimina
  6. c'è da sperare che vadano in due: no.so.yo e no.soy.l'altro/a :-)

    la spina, da dove mi pare? sicurosicuro? sei-nei-guai! :-D

    RispondiElimina