martedì 27 luglio 2010

diverso da chi?


Nella colonia – più sud che americana – allegramente comandata dal proconsole Cesare Staminchia, è uscito da qualche settimana un film che si intitola About Elly. Io, che invece non mi sento italiano ma per fortuna o purtroppo lo sono, oggi vi parlerò di A proposito di Elly (o, al limite, Darbareye Elly), Orso d'argento a Berlino, secondo film che quest'anno ha fatto esclamare ai soliti «Oh, un film iraniano diverso», espressione che non significa un cazzo, come dire che gli italiani sono solo Moccia e Vanzina o i francesi solo Resnais e Rohmer. Comunque qualcuno, credo Pezzotta sul Corriere ma non trovo il link di riferimento, ha scritto una cosa abbastanza vera: A proposito di Elly è perfetto finché non succede nulla. Fino a quando il bambino non cade in acqua e siamo soltanto immersi nella quotidianità di questo eterogeneo gruppo vacanziero, il ritmo, gli attori, la storia, funzionano a meraviglia. Poi c'è qualche stiracchiamento, qualche buco, qualche domanda che non ha risposta non si sa se per sadismo o per pigrizia. Però. Però il film si fa vedere, ci interroga sul senso di fidanzamenti e matrimoni (leggete i giornali prima di dire che a noi non succede nulla perché siamo l'occidente evoluto...) e racconta la condizione della donna iraniana borghese senza predicozzi e senza ricorrere a fantasmi e poesie com'era purtroppo in Donne senza uomini.

5 commenti:

  1. credo che il manifesto l'abbia bastonato.
    ma si sa, io leggo giornalacci

    RispondiElimina
  2. Io ho trovato questa recensione (http://cinema-tv.corriere.it/cinema/mereghetti/10_giugno_16/mereghetti_about_elly_0b6d40b0-7923-11df-ad02-00144f02aabe.shtml) sul Corsera, ma è di Mereghetti. (sorry, ma mi dà errore quando ci incollo l'html per il link diretto)

    RispondiElimina
  3. Ci si interroga sul senso di cosa? Se mi metto a leggere i giornali, mi viene da pensare che a noi non succede nulla perché siamo l'occidente involuto (che ha un andamento logico ed espositivo contorto, complicato... ci sto dentro tutta, vedi?, mea culpa)

    RispondiElimina
  4. elena: leggo le recensioni ma poi mi fido solo del mio naso. paradossalmente comunque la chiave più interessante (che pure non condivido) l'ha data cabona su il giornale (a proposito di giornalacci)
    sandali: grazie per la segnalazione
    ms: sembra che non succeda nulla... comunque mi riferivo al ritorno prepotente dei delitti passionali, alle adolescenti che pestano la "rivale" in amore, a un senso del possesso e a un'idea di amore eterno e immutabile che non si regge in piedi

    RispondiElimina