giovedì 11 luglio 2013

esco dal mio corpo e ho molta paura


Vedi che a fidarsi dei bloggamici qualche volta si fa bene? L’altra notte, prima di perdere i sensi sul divano fino alle sei e mezza, ho visto John dies at the end. Gioiellino totalmente fuori di testa, un po’ splatter un po’ no, a tratti Cronenberg cazzaro, a tratti Ghostbusters sotto acido, è un film divertente e godibilissimo di cui non racconto quasi nulla per non togliervi il piacere della sorpresa. Diciamo che c’entrano gli alieni, una droga chiamata salsa di soia, due studentelli sfigati (sì, uno è John, che muore, ma forse no), Paul Giamatti che è nero e non lo sa. Dirige Don Coscarelli, sottovalutato regista dell’indimenticato Phantasm e dei suoi tre sequel, ma anche di quel tremendo Conan di seconda mano che era Kaan – visto solo perché c’era quella gnoccazza di Tanya Roberts – e di quel Bubba Ho-tep di cui mi dicono meraviglie. Nessuna previsione di uscita in Italia, ovviamente.

7 commenti:

  1. Questo secondo me è un film geniale nella sua demenzialità.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. qui occorre trovare Bubba Ho-Tep...

      Elimina
  2. Bubba non mi era piaciuto quasi per nulla. Questo invece tocca picchi di genialità incredibili!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. di Bubba mi incuriosisce la trama. quanto a John, hai assolutamente ragione

      Elimina
  3. Film mitico, come Bubba Ho Tep. Due chicche del grottesco.

    RispondiElimina
  4. IO, io...io mi sono persa! Una volta almeno parlavate di film che anche io potevo vedere, ormai non so nemmeno più come fate a reperire certi titoli :(

    RispondiElimina
  5. Bubba Ho-Tep è meraviglioso!!!! Mi è paciuto anche più di John dies at the end... Me li son visti entrambi un mese fa. Chi lo sa perché non scrivo più nulla...

    RispondiElimina