martedì 24 agosto 2010

fin dove si tocca


Che se non lo vedi non ci credi. Voglio dire, sei in piscina, d’accordo. Vuoi rilassarti, ok. Sei discretamente gnocca, nerissima in un costume bianco fatt’apposta perché gli altri possano dire «ma quanto è abbronzata!». Ma davvero vuoi leggere il libro della Clerici? Potresti darti un tono come quell’altra, l’unica con le tette ignude, che si fa massaggiare da un uomo grassissimo mentre legge Le età di Lulù. Che io non ho letto, mi è bastato il film di un moralismo segaiolo da rasentare la botta di sonno, ma sarà pur meglio della Clerici, no? Oppure potresti giocare con quei tre ragazzotti che sputano su Tarantino, leggono le figure di Sport Week e due su tre hanno la proprietà di linguaggio di un bradipo con la bocca impastata (quello che parla meglio l’italiano non è italiano…). E invece Clerici. Va beh, mi giro dall’altra parte. Ragazzini fanno il bagno con il pinocchietto (perché non ti metti su anche la polo già che ci sei?) o con le mutande firmate che spuntano fuori dal costume. Coppia di anzianotti, lei ha uno di quei rotocalchi da parrucchiera. Sbircio sull’orlo dell’orrido: in copertina, smarmellata a colpi di Photoshop, la cazzara della domenica annuncia che si è fidanzata dopo il divozio. Divozio, sì, e non è un calembour, è un refuso. Sciatteria impeccabile, adatta ai tempi.

21 commenti:

  1. Sicuro? non è che c'ha un divo zio?
    Cos'è quella cosa che cola dal capezzolo destro nella foto?

    RispondiElimina
  2. eh, ma come sei intollerante! invece di apprezzare il fatto che recasse seco un libro ti metti a disquisire sulla mancata profondità del volume istesso! che poteva andare pure peggio, avrebbe potuto leggere "cotto & mangiato", per dire...
    E comunque, concludendo, le età di lulu in versione cartacea era molto meglio della versione in celluloide.
    Ma qui si tocca ancora?

    RispondiElimina
  3. ms: ho rivisto la foto originale, trattasi di goccia, la ragazza era tipo «ho appena fatto la doccia»
    poison: uh, è da mò che non si tocca! guarda, non avrei mai detto che l'avrei detto (sì insomma...) ma secondo me è meglio cotto e mangiato. almeno è solo un brutto libro di cucina, non ci racconta le tribolazioni di un culo tv che fa provincia mentre aspetta un figlio...

    RispondiElimina
  4. ah, perchè il libro della provincia della clerici parla di quello? minchia, interessante. lo starà leggendo anche la Nannini?

    poison_gossip

    RispondiElimina
  5. ti ho invogliato alla lettura, eh? la nannini, già, ho letto. beh, almeno lei è in forma. mi viene in mente il dialogo di harry ti presento sally:
    - charlie chaplin ha avuto figli fino a 80 anni!
    - sì, ma non riusciva a tenerli in braccio...

    RispondiElimina
  6. in effetti sì, che 36 libri ancora da leggere mi sembrano un po' pochi.
    Passano gli anni, ma quel film rimane un capolavoro. Te l'ho detto che quando andai a mangiare il pastrami da Katz's volevo imitare Meg Ryan? Poi mi tenni.

    poison

    RispondiElimina
  7. Proprio tu vorresti dirmi che il film testimonia la qualità di un libro?
    Almudena è grandes. Non come il culo della clerici, però...

    RispondiElimina
  8. Cavillare così su cosa si legge. Con la crisi dell'editoria imperante... Poi, hai verificato? magari la sovracoperta era dell'Antonellina nazionale ma il contenuto era un trattato sulle contraddizioni nella filosofia hegheliana...
    Mr. Red

    RispondiElimina
  9. poison: in che zona di new york è? me lo persi, ahimè. ma tu DOVEVI esibirti!
    espe: hai ragione. ma quel film mi ha condizionato, era veramente veramente brutto, e non bastava la giovane neri ignuda a risollevarne le sorti

    RispondiElimina
  10. mi pare nel lower east side, ma potrei sbagliarmi... e comunque, anche se può sembrare difficile da credere, son timida. (poison)

    RispondiElimina
  11. red: dici che era un'intellettuale in incognito? scherzi a parte, ci sono cose che non capisco: ci sono millemila libri leggeri ma comunque ben scritti, piacevoli, perché infognarsi con la clerici che dà lezioni di maternità?
    poison: battuta divertente, non c'è che dire

    RispondiElimina
  12. Quel libro lì, io e la signora po, all'autogrill lo girammo al contrario.
    Ci sono anche millemila libri stupendi non pubblicati, per far strada all'immondizia.

    RispondiElimina
  13. elena quella di londra24 agosto 2010 19:23

    l'estate ha da finì!
    noi intellettuali snob stiamo bene solo con il cappotto e la berta di lana

    RispondiElimina
  14. espe: al contrario? e il messaggio che ne veniva fuori era satanico?
    elena: io non sono snob, sono superiore. per essere intellettuale, poi, ho letto troppi pochi libri. il cappotto l'ho odiato fino a qualche anno fa (anche a te ti intabarravano in una sorta di monovolume di lana quand'eri piccola?), la berta copre la pelata e un po' mi dispiace ché ne vado fiero quanto scionconneri ;)

    RispondiElimina
  15. elena quella di londra25 agosto 2010 07:53

    loden verde rigidissimo. io coltivo l'approccio stratiforme, da brava inglesina. Per la berta, per me è inevitabile, pena la caduta delle orecchie per congelamento.
    Io sì sono snob, me l'ha detto chicco testa mentre andava a cavallo in maremma (buhaiola)

    RispondiElimina
  16. vabbè, ma la nannini è incinta? fatemi capire. troppo tardi, eh? ché ormai siete tutti fiondati nell'altro post. uf.

    RispondiElimina
  17. sì, è incinta a 50 e passa. lo so pur'io che gli unici gossip che mi piacciono sono quelli che cantano!!!

    RispondiElimina
  18. ha resistito, ha resistito e poi è cioccata pure lei? non c'è più religione. mi informo, sono curiosa di sapere chi è l'inseminatore.

    RispondiElimina
  19. cara ms, mi spiace essere io a doverti dare questa ferale notizia ma purtroppo (?!?) il nome dell'inseminator non è noto.

    poison

    RispondiElimina
  20. vista l'età della primipara, io vorrei sapere il noma della donatrice di ovulo. Mica avrete creduto che quello sia suo, (o che sia a Londra per registrare un disco), diamine!

    RispondiElimina
  21. oh, poison, grazie: mi hai risparmiato una ricerca inutile ed efferata :-)
    oh elena, vuoi sapere il noma o il ge-noma? con-fes-sa! :-)

    RispondiElimina