lunedì 16 agosto 2010

crocicchio


La Puglia che incontra il bdcdP incontra la Puglia che incontra la Palestina che incontra il bdcdP in una sera in cui piove dappertutto tranne qui. I grilli fanno da sottofondo, i lampi sono lontani, il tuono è solo il rombo di una moto. Madamine sfotticchiano una fricchettona che si agita arabeggiante, poi balla in disparte. E io che della tipa volevo pensare il peggio, ora faccio il tifo per lei. A fine concerto passiamo a cinque metri forse meno da Nabil: ho deciso che lo amo, ma te molto di più.



10 commenti:

  1. siete belli, vi voglio bene, però basta asta asta con l'amore sbattuto in faccia come un ceffone a chi non ce l'ha, che se no vi metto le bombe sotto la casa nuova per pareggiare.
    e comunque l'amore non esiste.
    o forse io sto all'amore come il sale sta a cartagine. binari paralleli

    RispondiElimina
  2. Perchè, elena? Ognuno ha le fortune sue, con tutto il rispetto. Anch'io lo vorrei dire a tutti (oddio, tutti...diciamo quelli che)

    RispondiElimina
  3. elena: con l'età ho perso ogni pudore. non ce la faccio a non sbattere in faccia l'amore come il disprezzo, l'affetto come lo schifo, la passione come la tristezza. «sono al buio e penso hachette» è un post che avrei tanto voluto scrivere io, mannaggia. mi è piaciuto molto, magari te lo dico anche di là
    espe: dillo. ditele le cose, sempre. ché il rimpianto di non aver detto è peggiore di quello d'aver detto. o almeno credo. augh

    RispondiElimina
  4. elena quella di londra17 agosto 2010 20:56

    dantès, ebbeato tu che hai entrambe le cose da raccontare Lo dico sul serio lo sai, dico sul serio anche che siete belli e vi voglio bene, ma poi posso andare a urlare contro il cielo?).
    I complimenti sai che mi fanno l'orticaria e poi mettiti in fila che ci sono anche i detrattori

    RispondiElimina
  5. magari, fosse così semplice.

    RispondiElimina
  6. elena: i detrattori fanno parte del gioco, anche se ci vuole proprio tempo e voglia per leggere qualcosa che non ti piace e pure metterti a commentarla con accanimento. io mi annoierei molto prima
    espe: mica detto che è facile, io ;)

    RispondiElimina
  7. trallallello trallallà.
    rimane il mistero del sale a cartagine. mi concentrerei su quello, non a tavolino, possibilmente: preferisco in piedi, adesso come adesso.

    RispondiElimina
  8. Guerre, cadute, rovine e ricatti; la parte migliore è ma non è provato:

    Scipione recuperò alcune opere d'arte che i cartaginesi, nel tempo, avevano predato in Sicilia e abbandonò la città al saccheggio dei suoi soldati. Cartagine fu rasa al suolo, sistematicamente bruciata, le mura abbattute, il porto distrutto.Si dice, ma non è provato, che venne sparso il sale sulle rovine per evitare che mai Cartagine risorgesse su quella terra. Ai 50.000 cartaginesi che si erano arresi, come promesso, fu fatta salva la vita. E furono venduti come schiavi

    RispondiElimina
  9. anche la chiosa beffarda, se non fosse tragica, suonerebbe divertente

    RispondiElimina
  10. Lui recuperò alcune frasi rassicuranti che i sogni, nel tempo, avevano predato in giro per l'universo e abbandonò Amore al saccheggio del suo disprezzo.
    Amore fu messo in ginocchio, sistematicamente analizzato, ogni dolcezza abbattuta, gli abbracci distrutti. Si dice, ma non è provato che venne sparsa polvere di Lei sulle rovine per evitare che mai Amore risorgesse su quella terra.
    Ai 50mila sogni che si erano arresi, fu fatta salva la vita. E vennero venduti come prodotti da forno.
    The end

    RispondiElimina